Autunno, stagione di posatoi

Chi segue questo sito con una certa assiduità avrà notato che da quando è iniziato l'autunno sto producendo poche immagini. Di solito di questi tempi mi dedico ai limicoli migratori che sostano lungo la fascia costiera. Quest'anno, invece, ho deciso di sistemare dei posatoi per uccelli rapaci approfittando del fatto che in questo periodo (in genere) tendono ad allontanarsi dal loro territorio di nidificazione lasciandomi la possibilità di agire tranquillamente. E' una specie di investimento a lungo termine: dedico del tempo adesso sperando di ottenere dei benefici durante la stagione riproduttiva.
Innanzitutto specifico che i posatoi vengono posizionati ad una certa distanza dal nido per non disturbare nemmeno minimamente la specie in questione.
Per esempio, nel caso dell'Aquila reale sto posizionando un posatoio a circa 500 metri dal nido su un versante di montagna dove è facile vederle posate e dove, durante il periodo riproduttivo, si può camminare sotto una fitta copertura vegetale senza che l'uccello noti la presenza umana.
Purtroppo il posatoio che usavano abitualmente (display.php?cat=&code=1522&request=) si è spezzato a causa degli agenti atmosferici. Ho deciso, quindi, di provare a rimpiazzarlo ma in una zona leggermente più favorevole per la fotografia e per il capanno. Quando avrò finito vi mostrerò le foto. Per adesso sono a metà dell'opera: ho trasportato (da solo) per circa 1km in salita un acero morto lungo quasi 5 metri e pesante circa 40 kg! Manca la messa in opera (che a cause di pioggia improvvisa ho dovuto rimandare), ovvero far sporgere questa pianta nel vuoto del vallone cosicchè l'uccello possa posarsi comodamente. So già che è molto difficile che funzioni con gli adulti, ma per il giovane ai primi voli spero che sia un buon invito! Ogni specie, comunque, ha le sue preferenze. Spesso solo con anni di osservazione si può capire qual è il posatoio giusto e qual è il punto giusto.
Un altro intervento che ho fatto è stato con il gheppio. In questo caso, mi sono semplicemente limitato a ripulire un po' un albero morto che già usa abitualmente come posatoio. Non ho esagerato, cercando di non stravolgere la forma della pianta. Se riuscirò a fare degli scatti poi proverò a rendere il posatoio ancora più fotogenico. Il grande vantaggio è che posso comodamente controllare il posatoio da casa mia! :) Il gheppio ha impiegato quasi 10 giorni dal mio intervento prima di riutilizzare assiduamente quel posatoio!!
E poi sotto col Falco pellegrino... che fatica ragazzi!
Se sarà stata vana lo capirete dalle foto.

Ci sono 1 commenti

avatar

By Riccardo Farina

26-10-2010, 09:21

Complimenti per la nuova veste del sito e per il lavoro che stai facendo.Spero che tutto quello che stai seminando sarà raccolto a tempo debito,le premesse sono buone,un saluto Riccardo.

Inserisci il tuo commento